Giovedì 16 – Domenica 19 marzo 2017: Amare se stessi

Ritiro di consapevolezza offerto da Giuseppe Gambardella

“Rivolgiti verso te stesso, riconosci la sofferenza in te, abbracciala, trasformala ed amerai te stesso. E sulla base di questa esperienza riuscirai ad aiutare un’altra persona a fare la stessa cosa. Se non sappiamo niente della felicità, come possiamo offrire felicità?”
(Thich Nhat Hanh)

Thich Nhat Hanh ci insegna che amare è portare sollievo, pace, felicità là dove c’è sofferenza, paura, disperazione; che amare è avere ed esprimere la capacità di amare e non soltanto la volontà di amare. Conseguentemente la pratica della consapevolezza nella tradizione di Thich Nhat Hanh è motivata anzitutto dall’amore verso noi stessi, dal “vero amore” per noi stessi.
In questo ritiro praticheremo l’ascolto profondo di noi stessi e ci interrogheremo, in modi anche giocosi e leggeri, su cosa sia per noi “essere se stessi”, questo essere se stessi che così spesso diciamo o sentiamo dire come massima realizzazione nella e della propria vita.

Informazioni pratiche

Iscriviti